“IL PRIVILEGIO, PER DEFINIZIONE, DIFENDE E PROTEGGE IL PRIVILEGIO”

 

“L’ascesa dei privilegiati, non solo in Lager ma in tutte le convivenze umane, è un fenomeno angosciante ma immancabile: essi sono assenti solo nelle utopie. È compito dell’uomo giusto fare guerra ad ogni privilegio non meritato, ma non si deve dimenticare che questa è una guerra senza fine. Dove esiste un potere esercitato da pochi, o da uno solo, contro i molti, il privilegio nasce e prolifera, anche contro il volere del potere stesso; ma è normale che il potere, invece, lo tolleri o lo incoraggi”

– Primo Levi –

Annunci
Pubblicato in citazioni | 3 commenti

SANATORIA TRUFFA olè!

E ora siamo arrivati anche a questo… a persone che hanno pagato soldi (impregnati di sudore e di lavoro duro, soldi dati a pseudo-datori di lavoro che li riconoscessero come loro dipendenti), molti soldi per vedersi riconoscere il loro essere persone reali e vere… e ora dopo aver inviato i loro documenti ed essersi messi in prima linea, col mirino dei loro fucili di precisione dritto in fronte li puntano e… diventata reato la clandestinità…ora possono fare quello che hanno sempre avuto in mente… ora mettono in campo la loro vergognosa espulsione!

Pubblicato in 1 | Lascia un commento

IL MIO PRIMO MAGGIO

Il primo maggio è ormai la festa proprio di tutti…

Dopo aver visto il sindacato della polizia aprire la manifestazione di Trieste, il disagio è stato grande… abbiamo chiesto se volessero il giornale anarchico Germinal, che per tradizione è diffuso il I maggio ed è nato a Trieste… ma come possono pensare di stare dalla nostra stessa parte?!

Mi è venuta così in mente la canzone di De Andrè PER LA MIA ORA DI LIBERTA’… e poi tanta tristezza!

E a Padova?! Cosa scopro? Evviva il vescovo ha confermato la sua prima linea alla manifestazione dei lavoratori…

Ma siamo diventati così di moda che tutti vogliono fare quello che facciamo noi?!

Il prossimo anno, visto che loro scendono in piazza… io, per protesta, potrei – che ne so – picchiare un barbone, un omosessuale, un nero… per protesta verso questa società fascista che mi fa tanto schifo!

Non ci rimane NEANCHE IL DIRITTO DI PROTESTARE!!!

Pubblicato in pensieri astratti | Contrassegnato , , | Lascia un commento

IL BEL GIOCO DELLA CREAZIONE DELLA STORIA

Notizia fresca fresca… 10 minuti fa guardavo su Rai Storia la trasmissione di Minoli, su La prima repubblica e Il golpe borghese… Quando si arriva a parlare della strategia della tensione, che come si sa inizia nel 1969, e l’evento più importante è la strage di Bologna del 12 dicembre… Dal giorno della data, passa direttamente al 16 dicembre, dicendo che “viene arrestato Valpreda, ballerino e militante anarchico, ritenuto colpevole della strage”… Si passa poi ad un’altra data e la storia della strage finisce qui, in sospeso il povero Valpreda: dopo avergli rovinato la vita accusandolo di una strage in cui non aveva partecipato neanche alla lontana, ora lo si ricorda così, senza neanche dire un “erroneamente accusato”… almeno quell’ERRONEAMENTE potevate dirlo… Non parlate poi dei Freda e degli altri che veramente sono coinvolti… Vi scordate dell’innocente Pinelli, che non viene da voi nominato, come se non fosse esistato, non raccontate che anche lui fu accusato ERRONEAMENTE della strage e del suo volo “omicida” in cui perse la vita il 15 dicembre 1969 da una finestra della questura di Milano, sotto la dolce protezione del commissario Calbresi…Cosa dire, complimenti! Avete riassunto in due parole la strategia della tensione, le due parole che vi fanno comodo ovviamente…

Pubblicato in anarchici | Contrassegnato , , | 2 commenti

E TU? CHE FASCISMO VOTI?

228

Venerdì 29 maggio 2009 ore 21 a Padova si terrà un incontro con Saverio Ferrari, autore del libro “Le nuove camicie brune. Il neofascismo oggi in Italia”, presentato dal Centro di Documentazione Anarchica presso la sede dell’ANPI in via stratico 4 (zona portello). L’ingresso è gratuito.

Info: http://nodoanarchicopadovano.noblogs.org/

Pubblicato in anarchici, eventi | Contrassegnato , , , | 2 commenti

If you are neutral in situations of injustice, you have chosen the side of oppressor!

“Se rimani neutrale nelle ingiustizie, hai scelto di stare dalla parte dell’oppressore!”

Pubblicato in citazioni | Contrassegnato | Lascia un commento

ANCHE A SCUOLA LA CLANDESTINITà è REATO?

Padova, maggio 2009.

COMUNICATO di Cobas Scuola Padova:

VERGOGNA

Vergogna!! Questa è la sola declamazione e considerazione che ci viene facile fare e che riesce a condensare l’insieme di incredulità, di indignazione, di stupore, di rabbia a fronte della deriva razzista che sembra una colata lavica che nessuno, aldilà di voci isolate, riesce a fermare.
Sentiamo alcune voci dalla Chiesa, alcune dalle Istituzioni, alcune dal mondo della Politica, molte dalla galassia dell’Associazionismo ma il Paese è – sembra inesorabilmente – rappresentato da chi non vuole essere contaminato dagli altri e agisce coi respingimenti, con le ronde, con la richiesta di delazione e complicità a medici, presidi, per la difesa della razza e della nazione.
Padova, in questo allucinante e allucinato panorama, è stata una città battipista, dove gli umori neri della xenofobia vengono incanalati e trasformati in realtà: il muro di via Anelli, le ronde, il caso al CTP presso la scuola Diego Valeri e ora, in una scuola superiore professionale, viene emessa una circolare che chiede perentoriamente il permesso di soggiorno agli alunni che devono concludere gli studi.
In questo caso non crediamo che questo grave episodio di discriminazione razzista sia figlio di una volontà di protagonismo e di esposizione mediatica con quelle finalità che possiamo ritrovare negli altri episodi che abbiamo richiamato, ma pensiamo sia una conseguenza del bombardamento comunicativo che tutti noi subiamo e che un po’ alla volta induce a comportarci in maniera razzista, senza che neppure ce ne accorgiamo più.
Una terribile omologazione ad agire, così come è nei desiderata di chi governa il Paese, prima ancora che si siano concretizzati gli strumenti e le disposizioni anche formali – vedi il pacchetto Sicurezza, ancora da discutere al Senato – che legittimerebbero – solo dal loro punto di vista – tali azioni.
Comportamenti più realisti del re si usava dire un tempo, ora – nel dopo Veronica –  il detto può essere declinato nel ‘ più realisti dell’imperatore’.
Sicuramente, nella scuola, stiamo verificando un restringimento degli spazzi di libertà e partecipazione negli organi collegiali, nelle assemblee, nel dibattito, imposto e incardinato da molti dirigenti scolastici che non vogliono condividere gli ambiti collettivi ma praticano – dove è loro possibile – forme di neo autoritarismo che portano anche a vergognose comunicazioni, qual è quella che vogliamo qui denunciare.
Invitiamo tutti – in particolare le RSU delle scuole – a vigilare su quanto accade quotidianamente attorno a noi, a reagire al degrado culturale e sociale a cui siamo invitati ad indulgere e sostenere, a praticare la disobbedienza contro tutte le forme di discriminazione che concretamente avanzano negli ambiti sociali in cui lavoriamo, studiamo, viviamo.
Vogliamo concludere con un estratto da una recente poesia di Moni Ovadia:
‘se foste un mussulmano, o un africano, o comunque un uomo dalla pelle scura,
il pacchetto sicurezza non lo prendereste solo
come l’ennesima sortita di un governo populista e conservatore,
eccessiva ma tutto sommato veniale’

cobas della scuola di Padova

Pubblicato in pensieri astratti | Contrassegnato , , | Lascia un commento